Le guide “per piccoli turisti” di Arpeggio Libero sono quei libri che, da bambino, avrei letto e riletto all’infinito. Ti raccontano storie, ti fanno conoscere l’Italia, ti portano in posti che spesso neanche i grandi conoscono. Trasformano un viaggio di un giorno o un weekend in un’esperienza che un giovane viaggiatore ricorderà a lungo.

Quando ho conosciuto Stefania Scaini, Ellen Locatelli ed Elisabetta Scotti, le formidabili autrici di queste guide, abbiamo subito parlato di quanto sarebbe stato bello raccontare anche  Bologna, così come avevano già fatto per Milano, Monza, Roma, Matera e tante altre. La verità è che non volevo perdere l’occasione di mettere lo zampino in un progetto così divertente, ideato da tre mamme coi superpoteri.

In “Guida di Bologna per piccoli turisti” ho scritto la prefazione e, negli itinerari, ho suggerito tante storie dal mio Bologna Insolita e Segreta, rilette in chiave “futuro curioso”, dai 6 anni in su. Giuro: una delle esperienze più divertenti della mia vita.

Quando lo regalerete alle vostre piccole pesti, e lo trovate nelle principali librerie, prendetevi 5 minuti per sfogliarlo, perchè abbiamo indetto un sondaggio sull’illustrazione preferita dai grandi: personalmente, quella del maiale in paracadute mi fa riderissimo.